Cormòns si candida a capitale del Biodistretto

Nella giornata di lunedì 20 febbraio, siamo stati presenti a Cormòns, comune del Friuli-Venezia Giulia, con l'intento di presentare la costituzione di un Biodistretto; l’obiettivo è quello di un territorio improntato sulla gestione sostenibile delle risorse, promuovendo un’agricoltura, un allevamento, un turismo ed un racconto del territorio rispettosi dell’ambiente. 

Articolo1
Articolo2

Norimberga: Organic Cities Network Europe

Venerdì 17 febbraio, siamo stati ospiti, a Norimberga, di un convegno in cui abbiamo ufficializzato l'imminente nascita - insieme ad altri partner europei tra cui Vienna, Parigi, Correns, Vaxjo, Milano, Norimberga, Lauf an der Pegnitz - di Organic Cities Network Europe, la rete europea delle città che promuovono politiche di natura sostenibile in agricoltura. Nel mese di aprile, a Milano, approfondiremo il protocollo d'intesa con tutti i soci fondatori. E' prevista per l'inizio dell'autunno la firma ufficiale a Parigi.

Bio-Distretto dei NEBRODI, costituito a Mirto il tavolo tecnico

13/02/2017 - Si è insediato sabato a Mirto, presso il Centro Studi e Ricerche “Francesco Cupani”, il Tavolo Tecnico del Bio-Distretto dei Nebrodi, così come previsto nella Convenzione firmata nei mesi scorsi tra il Gal Nebrodi Plus e l’Associazione Nazionale “Città del Bio”. Fanno parte del Tavolo tecnico esperti e docenti universitari che avranno il compito di elaborare le linee strategiche di un Piano di Bio-Distretto. Un documento programmatorio che dovrà abbracciare oltre all’agricoltura biologica e tradizionale, anche altri settori come la bioedilizia nelle azioni di valorizzazione dei centri storici, la gestione dei rifiuti con una migliore raccolta differenziata e utilizzo dell’umido, il turismo sostenibile ed una efficace educazione ambientale, rivolta soprattutto alle nuove generazioni, che tenga conto del mangiar sano e pulito.

Componenti del Tavolo Tecnico sono Pietro Mazzola, docente di Botanica, Tiziano Caruso, docente di Scienze Agrarie e Forestali e Presidente del Distretto tecnologico Sicilia AgroBio e Pesca, Maria Antonietta Germanà, docente in Arboricoltura generale e coltivazioni arboree e Anna Rizzo Catania, docente di Design industriale, dell’Università di Palermo, Vincenzo Antonucci del CNR di Messina. Istituto di tecnologie avanzate per l’energia, Emma Schembari, esperta di politiche ambientali e di gestione di rifiuti in qualità di coordinatrice regionale del COMIECO, il Consorzio Nazionale del riciclo e riuso del cartone, Pippo Ricciardo esperto agronomo e responsabile dell’Ufficio intercomunale di S.Agata Militello, Giancarlo Paparoni, imprenditore di agricoltura biologica, Giuseppe Contiguglia e Marcel Pidalà, entrambi esperti di bioedilizia e componenti del Consiglio regionale dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, Giuseppe Mazzullo, direttore del Gal Nebrodi Plus e Luigi Ialuna, esperto di comunicazione e componente del Consiglio Nazionale dell’Associazione Città del Bio.

L’insediamento del Tavolo Tecnico è stato presieduto dal Presidente del Gal Nebrodi Plus, Francesco Calanna, il quale durante il suo intervento ha voluto evidenziare l’importanza e la valenza culturale del Bio-Distretto dei Nebrodi, che comprende il territorio di 42 Comuni, inteso come uno strumento innovativo di governance territoriale sostenibile che deve intrecciarsi con altri strumenti di programmazione e pianificazione territoriale già presenti, incrementando i legami tra amministrazioni pubbliche, aziende, associazioni e consumatori e rafforzando un tessuto in cui si intrecciano ambiente e paesaggio, agricoltura con attività produttive e terziarie e fattori culturali con identità locali.

Una linea condivisa dal Presidente di Città del Bio, Antonio Ferrentino, che nei prossimi giorni verrà in Sicilia per dar vita ad una rete regionale di Bio-Distretti e presentare ad amministratori ed aziende i risultati che l’Associazione ha raggiunto in questi ultimi mesi, soprattutto in campo europeo favorendo la creazione di un coordinamento internazionale tra Città, Comuni e Regioni.
Il Sindaco di Mirto, Maurizio Zingales, durante i suoi saluti ha voluto evidenziare come la costituzione del Tavolo Tecnico rappresenti un ulteriore momento importante per l’intero territorio dei Nebrodi e per tutte le altre amministrazioni comunali che avranno modo nei prossimi giorni di aderire con determinazione al Bio-Distretto.